Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

GEOLOGIA REGIONALE

Oggetto:

REGIONAL GEOLOGY

Oggetto:

Anno accademico 2014/2015

Codice dell'attività didattica
MFN1614
Docenti
Marco Beltrando (Titolare del corso)
Anna d'Atri (Titolare del corso)
M. Gabriella Forno (Titolare del corso)
Corso di studi
Corso di Laurea Magistrale in Scienze Geologiche Applicate
Anno
1° anno
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica

GEO/02 - geologia stratigrafica e sedimentologica
GEO/03 - geologia strutturale
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti

Modulo A
Elementi di base di geologia regionale e di geodinamica. Conoscenza dei sedimenti quaternari continentali (Geologia del Quaternario).
Lettura di carte geologiche.
Modulo B
Conoscenze di base di petrografia, geologia strutturale e geodinamica.

Module A
Basic elements of regional geology and geodynamics. Knowledge of the continental Quaternary sediments (Quaternary geology).
Reading geological maps.
Module B
Basic concepts of Petrography, Structural Geology and Geodynamics
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Conoscenze di base della geologia alpina e dell’evoluzione delle varie unità tettoniche costituite da successioni sedimentarie. Capacità di leggere ed interpretare carte geologiche di aree alpine. Caratterizzazione dei sedimenti villafranchiani diffusamente affioranti nei Rilievi dell'Astigiano e sepolti nella Pianura Padana.

Conoscenza della geologia del Piemonte. Conoscenza dell'evoluzione tettonica del Dominio Sud-Alpino e delle Alpi Occidentali

Basic knowledge of Alpine geology and of stratigraphic and tectonic evolution of the Alpine units consisting of sedimentary successions. Ability to read and understand geological maps of Alpine areas. Characterization of sediments Villafranchian widely outcropping in the Reliefs of Asti and buried in the Po Valley.

Regional geology of North-Western Italy. Geodynamic evolution of the
Southern Alps and Western Alps

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 Conoscenze  della geologia alpina e dell’evoluzione delle unità tettoniche alpine.

 

 Knowledge of Alpine geology and tectonic evolution of the Alpine units.

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento


Prova orale sui contenuti svolti a lezione al fine di accertare che lo studente abbia acquisito conoscenze approfondite sulla geologia delle Alpi.



Oral examination on the contents of the course in order to ensure that the student has acquired extensive knowledge on the geology of the Alps.

Prova orale sui contenuti svolti a lezione al fine di accertare che lo studente abbia acquisito conoscenze approfondite sulla geologia delle Alpi.
Oral examination on the contents of the course in order to ensure that the student has acquired extensive knowledge on the geology of the Alps.
Oggetto:

Programma

Introduzione all’evoluzione dell’area Alpina dal Carbonifero a oggi nel contesto geodinamico europeo.
Introduzione alla geologia della catena orogenetica delle Alpi. Definizione e limiti geologici. Breve inquadramento storico sull’evoluzione delle conoscenze geologiche nella catena. I quattro domini principali e i loro limiti tettonici
Il Dominio Sudalpino: il basamento cristallino pre-alpino.La Zona Ivrea Verbano e la Serie dei Laghi: un esempio di sezione crostale intermedia e profonda. Evoluzione metamorfica pre-alpina e strutturazione attuale. I Graniti dei Laghi ed il magmatismo intrusivo ed effusivo permiano.La Zonadel Canavese: caratteristiche litologiche e metamorfiche.
Il Dominio Austroalpino. Il basamento cristallino e le coperture carbonatiche mesozoiche. Le unità metamorfiche delle alpi occidentali:la Zona Sesia Lanzo e la Falda della Dent Blanche, evoluzione metamorficastrutturale alpina.
Il Dominio Pennidico: le unità ofiolitiche. La Zona Piemontese ed il Massiccio di Lanzo: significato paleogeografico ed evoluzione metamorfico–strutturale. Il dominio Vallesano: litostratigrafia ed evoluzione metamorfica.  Laboratorio microscopia: Zona Sesia Lanzo e Zona Piemontese.   Il Dominio Pennidico: Le unità pennidiche superiori (Massicci Cristallini Interni), intermedie (la multifalda del Gran San Bernardo) e inferiori (le unità profonde dell’Ossola Ticino). Evoluzione  metamorfico–strutturale.
Il Dominio Elvetico: i Massicci Cristallini Esterni e le Falde Elvetiche. Evoluzione metamorfica pre-alpina ed alpina. Laboratorio microscopia: Massicci Cristallini Interni ed Esterni. Laboratorio: Evoluzione litostratigrafica delle unità alpine durante il rifting Mesozoico. Laboratorio: Evoluzione tettonometamorfica delle Alpi Occidentali. Escursioni in aree alpine (3 giorni)

Distribuzione del metamorfismo eo-alpino e meso-alpino nelle Alpi e suo significato geodinamico. L’età radiometrica del metamorfismo alpino in relazione alle evidenze geologico-stratigrafiche: l’evento di alta pressione e quello di bassa pressione.
Il magmatismo periadriatico.
L’evoluzione geodinamica delle Alpi occidentali. Dall’apertura della Tetide alla trasgressione post-tortoniana. La fase di distensione crostale e di apertura oceanica. La fase di subduzione litosferica. La fase di collisione continentale. La fase di estensione post-collisionale.
Escursioni in aree alpine (3 giorni)

Il Sudalpino. Evoluzione del margine passivo apulo nel corso del Mesozoico. Successioni mesozoiche del Canavese, del Bacino lombardo, della piattaforma di Trento e del bacino di Belluno. Il Dominio delfinese.
Evoluzione mesozoica del margine passivo europeo. Modelli di rifting.
Successioni permo-mesozoiche del dominio delfinese. Successioni provenzali e delfinesi s.s.
Le successioni sedimentarie del Brianzonese nell’ambito dell’evoluzione mesozoica del margine passivo europeo. L’Unità del Flysch ad H e l m i n t h o i d e s . E v o l u z i o n e d e l l ' a v a n f o s s a a l p i n a . F a s e  d i sottoalimentazione e di  sovralimentazione. Transetti in Svizzera, Savoia e Provenza. Esempio di successione di avanfossa: l'avanfossa alpina nelle Alpi Marittime. Il Bacino Terziario Piemontese. Principali lineamenti strutturali. Evoluzione geodinamica. Suddivisione in domini a diversa evoluzione stratigrafica: Collina di Torino, Monferrato, bacino delle
Langhe, Alto Monferrato, zona Borbera-Grue. La carta geologica della Regione Piemonte alla scala 1:250.000. Escursioni in aree alpine (3 giorni).

Descrizione della successione villafranchiana di Villafranca d'Asti e delle diverse unità che la costituiscono. Escursione nell'area tipo di Villafranca d'Asti (1 giorno).

Introduction to the tectonics of Southern Europe from the Carboniferous
to the present day.
Introduction to Alpine geology. Historical overview. Definition of the main
tectonic domains and tectonic boundaries.
Southern Alps: metamorphic and magmatic evolution of the pre-Alpine
basement of the Ivrea Zone and Serie dei Laghi. Key lithological features
and metamorphic evolution of the Canavese Zone.
Austroalpine domain: Sesia Zone and Dent Blanche nappe
Penninic Domain: description of the ophiolite-bearing units of the
Piemonte Zone and Lanzo Massif in the context of Atlantic-type magmapoor
rifted margins.
Valaisan Domain: Mesozoic lithostratigraphy and Alpine metamorphism.
Penninic Domain: Upper Penninic units (Internal Crystalline massifs);
Middle Penninic units (Gran San Bernardo nappe system); Lower Penninic
Units (Ossola-Ticino)
Helvetic Domain: External Crystalline massifs and Helvetic cover nappes
Overview of the geological map of Piemonte at the 1:250.000 scale.
The tectonic evolution of the Western Alps from the Variscan orogeny to
post-Variscan lithospheric thinning, Jurassic rifting, Cretaceous-Tertiary
subduction and Oligocene continent-continent collision.
Field trips (2 days)
Evolution of the Apulian passive margin during the Mesozoic. Mesozoic
successions of Canavese, Lombardian Basin, Trento Platform and Belluno
Basin.
Delphinoise domain. Mesozoic evolution of the European passive margin.
Permo-mesozoic successions. Provenzal and Delphinoise successions.
Briançonnais and Subbriançonnais successions.
Evolution of the Alpine foreland basin. The Alpine foreland basin in the
Maritime Alps. Helminthoides Flysch unit.
Tertiary Piemonte Basin. Geodynamic evolution. Tectono-stratigraphic
domains: Torino Hill, Monferrato, Langhe Basin, Alto Monferrato, Borbera-
Grue domain.
Geological map of Piemonte region at the scale 1:250.000.
Field excursion in Alpine regions.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Il materiale didattico presentato a lezione è disponibile presso il Dipartimento di Scienze della Terra.

The material used during classes is provided by the teacher



Oggetto:

Note

Organizzazione del corso

Modulo 1

  • Lezioni frontali: 14 ore
  • Esercitazioni in campo: 32 ore, corrispondenti ad un'escursione geologica di 3 giorni sulla successione mesozoica della piattaforma di Trento, e un'escursione geologica giornaliera sulla successione villafranchiana.
  • Lezioni frontali: 12 ore
  • Esercitazioni di laboratorio: 6 ore
  • Esercitazioni in campo: 24 ore, corrispondenti a 3 escursioni giornaliere in aree alpine.
Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 26/05/2015 10:12
Non cliccare qui!